Europa

Spiagge a Ibiza

DA IBIZA A FORMENTERA.

Nell’immaginario collettivo, ed anche nel mio fino ad un anno fa, l’isola di Ibiza era associata a movida, sballo e divertimento sfrenato. Ovviamente, in parte è vero, infatti  in pieno stile Spagna anche Ibiza è un grande fulcro di svago, specialmente notturno, ma ridurla solo a questo è decisamente riduttivo e davvero sbagliato. Ibiza è molto di più. L’isola è un grande insieme di natura, arte, bellissime cittadine e mare splendido.

Personalmente ho alloggiato a Figueretas, esattamente nel mezzo tra la movimentata Playa de’n Bossa e la splendida città vecchia di Eivissa. E’ un punto di appoggio comodo, carino e funzionale.

La spiaggia di Figueretas, forse più per famiglie, è comunque molto gradevole nonché attrezzata e piena di buoni bar e ristorantini in cui mangiare nonché molto comoda per raggiungere Formentera grazie al suo porticciolo da cui partono con frequenza gli aliscafi. La vicina Playa de’n Bossa è grandissima, musica a tutte le ore, locali sulla spiaggia (tra tutti il celebre Bora Bora) ma per trascorrere una giornata (o più di una) divertente e stravagante è davvero bella e allegra. Infondo siamo nel fulcro della movida di Ibiza e musica, risate e divertimento sono sempre ben graditi, ma se non apprezzate gli esuberanti Pr che vi invitano alle serate in discoteca allora forse non fa per voi. Se parliamo di mare, segnalo la spiaggia di Cala Comte, un paesaggio da Canyon ed acqua cristallina e la favolosa Playa de Las Salinas, vicino appunto al Parco Naturale delle Saline, con sabbia fine e mare limpidissimo che non vi farà rimpiangere la vicina Formentera. Anche le sopracitate Playa de Figueretas e Playa de’n Bossa non sono male, ma Cala Comte e Las Salinas sono proprio spettacolari. A proposito di belle spiagge aggiungo Cala San Vicente, Cala Salada, La spiaggia di Salamanca, Es Cavallet e Cala bassa; veramente il top dell’isola. Da non perdere il tramonto da Cala Comte, la vicina Es Vedrà o il Cafè del Mar a San’t Antoni, con vedute veramente mozzafiato. 

Ibiza si gira benissimo con l’auto, scooter e mezzi pubblici che come in tutta la Spagna sono numerosi ed efficienti. Da Figueretas io andavo a Eivissa e Dalt Vila sempre a piedi. Il centro di Ibiza è davvero bello, con il Duomo in alto che domina l’isola e tante attrattive culturali come il MACE – Museo d’arte Contemporanea ed il Museo Archeologico. La sera il centro si trasforma, con aperitivi, cene e pre – disco in un tumulto festante di persone. Gente ovunque, ristoranti pieni, negozi aperti e la parata degli animatori per invitarvi alle serate disco più belle (Amnesia, Space, Privilege, Pacha Usuahia, etc.)

Io ho trovato Ibiza davvero per tutti: single, coppie, sballati, drogati, famiglie, amanti del mare, naturisti, bacino Lgbt e chi più ne ha più ne metta. Ideale per svago, sballo ma anche per eleganti cene, trekking, memorabili bagni e tintarelle.

Difronte a Ibiza sorge quel gioiello di nome Formentrera. Ammetto che purtroppo ci sono stato solo un giorno dalla mattina alla sera da Ibiza (rimedierò presto) ma è bastato per immergermi in tanta meraviglia. Sono stato alla Playa de Illetes, grandissima, sia libera che attrezzata. Ombrelloni, sdraio e bar non cari, ma carissimi, quasi proibitivi, ma attrezzandosi si può sostare nella parte free che è comunque ampia. Non ci sono molte parole da dire se non che il mare è cristallino, azzurro più del cielo, dal tono davvero caraibico e che la prossima volta “col cappero” che mi ci fermo solo un giorno ma (minimo) una settimana; da sogno.

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *